lunedì 28 aprile 2014

E così vorresti fare lo scrittore?



E così vorresti fare lo scrittore? è il titolo dell'ultimo racconto che ho scritto per la sezione microletteratura del Premio Antonio Fogazzaro.

Ho fatto un piccolo esperimento: il racconto è costituito da un'unica lunga frase di 179 parole.
Il limite di lunghezza era di 180 parole. Col senno di poi mi dispiace di non avere aggiunto una parola per fare coincidere la lunghezza del racconto con il limite di lunghezza imposto dal regolamento del concorso. La vedo come una piccola imperfezione.

Foto in alto da Parole mente sguardo.

Altri racconti in rete:
Spegni la luce e aspetta.
Storie di ordinaria follia.
Le poesie dell'ultima notte della Terra.
Seduto sul bordo del letto mi finisco una birra nel buio.
Il lago dell'arcobaleno.
A sud di nessun nord.
Notte imbecille tra le gambe.
Il sole bacia i belli.
Le ragazze che seguivamo.
Donne.
Scrivo poesie solo per portarmi a letto le ragazze.
Il primo bicchiere, come sempre, è il migliore.
Ce l'hanno tutti con me.
L'effetto farfalla.
Ci ameremo per sempre.

Nessun commento: